/* */ */

Analisi comportamentale in un'investigazione privata, cos'è?

L'analisi comportamentale nell'ambito investigativo

Il settore delle investigazioni private risulta essere molto agevolato dall'evoluzione tecnologica e scientifica, che permette di avere a che fare con strumentazioni efficaci ai fini della risoluzione di un caso: tuttavia l'uomo resta al centro del processo informativo, e per questo motivo l'analisi comportamentale risulta essere essenziale per chi svolge questa professione. Che cos'è l'analisi comportamentale? Come si evince facilmente dal nome, si tratta di uno studio approfondito delle azioni condotte e delle parole pronunciate dalle persone a vario titolo coinvolte in un caso, e che possono risultare decisive ai fini dell'identificazione dell'autore di un determinato reato.

analisi comportamentale

Le tecniche di analisi comportamentale

Le persone mentono. Da questo banale assioma, indice della profonda complessità e contradditorietà dell'animo umano e del conseguente agire, si deduce come un'analisi comportamentale efficace sia tutt'altro che semplice da condurre. Molto spesso chi lavora nelle investigazioni, private e non, si trova a dover avere a che fare con testimonianze di soggetti, le quali non necessariamente risultano essere veritiere: la menzogna non è per forza indice di una cattiva volontà, dall'analisi comportamentale appunto risulta che un soggetto sottoposto a forte stress emotivo, quale può essere un interrogatorio, può distorcere, omettere dettagli, eludere quanto si sa, a maggior ragione se poi si ha a che fare con un reo cosciente di aver commesso un delitto e che vuole a tutti i costi evitare di essere scoperto. Qui entra in gioco l'esperto di analisi comportamentale, il quale è  in grado di percepire la condizione emotiva di chi ha di fronte, e attraverso determinate strategie di condotta saper sfruttare tale condizione a proprio vantaggio, rilevando i segni della menzogna e arrivare infine alla verità dei fatti.

Come apprendere l'analisi comportamentale

Uno studio accurato dell'analisi comportamentale è fondamentale quindi per svolgere il ruolo dell'investigatore privato, che certo non si può affidare esclusivamente a un semplice "istinto", come viene romanticamente divulgato da certe figure letterarie dei gialli. Nella realtà, l'analisi comportamentale si fonda su una precisa osservazione di un interlocutore e dei relativi comportamenti fisici, che possono rivelare informazioni altrettanto essenziali e fortemente in contrasto rispetto a quanto dichiarato da teste. Dichiarare il falso risulta essere dagli studi effettuati un’attività che provoca particolare tensione emotiva ed ansia, poiché il soggetto che ha intrapreso tale percorso deve attingere continuamente alla fantasia per fornire a chi conduce l'investigazione una ricostruzione credibile dei fatti, ma "alternativa" alla verità. Le risposte fornite possono anche risultare plausibili in prima istanza, ma il perpetuo ricorrere alla fantasia genera spesso contraddizioni nella ricostruzione degli eventi: questi segni spesso minimali l'investigatore deve essere bravo a coglierli immediatamente, in modo da indurre nella fase successiva il testimone ad andare in difficoltà e ottenere finalmente la verità dei fatti.

La natura dell'analisi comportamentale

In ultima istanza possiamo affermare che l'analisi comportamentale si fonda su un complesso di tecniche psicologiche e dialettiche in grado di indurre il testimone a dire la verità, ribadiamo non soltanto per gli autori materiali di un reato, ma anche di testimoni chiave che per varie ragioni omettono del tutto o in parte ciò che sanno dei fatti. Abbiamo detto come un buon investigatore sia in grado di mettere in difficoltà il teste mettendolo davanti alle sue contraddizioni, ma contestualmente è anche in grado di rassicurarlo prospettando al soggetto una risoluzione positiva sulla scorta del rilascio di dichiarazioni veritiere, per fare un semplice esempio. Chi fa analisi comportamentale deve quindi essere un acuto osservatore, un bravo psicologo, e avere ottime capacità comunicative e dialettiche, non facendosi mai trovare impreparato rispetto ai possibili comportamenti dei soggetti con cui si trova a che fare, avendo ben chiare tutte le possibili strade per arrivare all'ottenimento della verità.

Connect