/* */ */

Il reato di Stalking. L’investigazione nella raccolta di prove anti stalker

Stalking, ricatti, molestie, minacce e atti persecutori

Cosa fa l'investigatore privato?

Le indagini anti stalker mirano a indentificare l’autore del reato e il suo agire molesto, sia che esso riguardi comportamenti quali telefonate, messaggi e minacce in genere, siano esse anonime o meno, che eventuali danneggiamenti di beni della vittima dell’atto persecutorio. Si parla di stalking infatti quando vengono messi in atto molestie e comportamenti intimidatori atti a provocare nella vittima, stati di ansia e paura, non di rado capita che tali atti preludano ad aggressioni fisiche sino ad arrivare all’omicidio. Le statistiche dimostrano che nella maggior parte dei casi tali atti avvengono nell’ambito delle relazioni di coppia, e in subordine nell’ambiente familiare, di vicinato o lavorativo, più rari i casi di stalking da parte di soggetti sconosciuti. Le investigazioni nei casi di stalking mirano a identificare il persecutore fornendo prove atte identificare il soggetto che pone in essere i suddetti comportamenti, evidenziando gli stessi con prove, foto e video, da utilizzare in sede di giudizio.



Come agire in caso di stalking e di atti persecutori

L’articolo 612/bis del Codice Penale, riguardante gli atti persecutori (Stalking) stabilisce che gli stessi vengano puniti con una pena dai sei mesi ai cinque anni. L’ultima modifica del testo di legge inoltre aumenta ulteriormente la pena nel caso a commettere il reato sia il coniuge, anche separato o divorziato, o una persona che sia o sia stata legata da relazione affettiva alla persona offesa e se il fatto sia statp commesso attraverso strumenti informatici o telematici. Aumenta sino alla metà se il fatto è commesso a danno di un minore, di una donna in stato di gravidanza o di una persona con disabilità, o con l’uso di con armi o da persona travisata. Il delitto è punito su querela della persona molestata entro sei mesi dal fatto. Il ritiro della querela può essere soltanto processuale. La querela è comunque irrevocabile se il fatto è stato commesso con minacce e si procede d’ufficio se il fatto è commesso nei confronti di un minore o di una persona con e quando il fatto è connesso ad un altro delitto per il quale si deve procedere d’ufficio.

Il reperimento di prove da parte dell’agenzia investigativa

Abbiamo una vasta esperienza in indagini di documentazione di illeciti accertati nei casi di atti persecutori, minacce, molestie. Le investigazioni nei casi di stalking mirano a identificare il persecutore fornendo prove atte identificare il soggetto che pone in essere i suddetti comportamenti, evidenziando gli stessi con prove, foto e video, da utilizzare in sede di giudizio.

 

Connect